Richiedere un rimborso

Nel caso di bollette contenenti un periodo di conguaglio dei consumi che evidenzia un credito a beneficio del Cliente, si genera una nota di credito a favore del Cliente. Si possono presentare di conseguenza diverse casistiche:

1. cliente moroso (con bollette non saldate al momento dell'emissione della nota di credito) in questo caso:

  • si effettua una compensazione tra credito e debito del cliente
  • se permane un credito residuo, si procede ad una nuova compensazione sulla bolletta successiva;
  • infine in caso di un residuo saldo a credito, a seguito delle suddette operazioni, Acea Energia provvede automaticamente ad inviare un rimborso tramite assegno postale all’indirizzo di recapito dell’utenza.

    Esempio

Acea Energia emette una nota di credito di 100 euro ma il cliente è moroso di 20 euro

- si procede a una compensazione con il debito = 100 - 20 = 80 euro a credito del cliente
- con l'emissione della bolletta successiva di 60 euro avviene una nuova compensazione
- 80 euro residue della nota di credito - 60 euro di consumi in bolletta = 20 euro a credito

A questo punto verrà emesso un assegno di 20 euro a favore del cliente

 2. cliente non moroso:

viene effettuata una compensazione sulla bolletta successiva e in caso di un saldo a credito a favore del cliente, Acea Energia provvede automaticamente ad inviare un rimborso tramite assegno postale all’indirizzo di recapito dell’utenza.

 3. utenze cessate

qualora, a seguito della verifica del saldo finale dell’utenza cessata, risulti un credito a favore del Cliente, il rimborso avverrà automaticamente tramite assegno postale.

Tutti i rimborsi uguali o superiori a 10.000 euro vengono effettuati tramite bonifico bancario, previa indicazione delle coordinate bancarie da parte del Cliente.